Autodeterminazione terapeutica e rispetto delle volontà della persona anche per le cure intensive in situazione di pandemia da covid-19.

Autodeterminazione terapeutica e rispetto delle volontà della persona anche per le cure intensive in situazione di pandemia da covid-19.

L’associazione Libera Uscita, che si batte per l’autodeterminazione terapeutica oltre che per il diritto a morire con dignità, si esprime con soddisfazione sul documento “Decisioni per le cure intensive in caso di sproporzione tra necessità assistenziali e risorse disponibili in corso di pandemia di covid-19” pubblicato il 13 gennaio 2021 dalla SIAARTI (Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva) e dalla SIMLA (Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni).

Il documento, che è entrato a pieno titolo nel Sistema Nazionale Linee Guida dell’Istituto Superiore di Sanità, sottolinea l’importanza del rispetto delle volontà della persona sulle cure anche in una situazione di emergenza.

Già nella premessa è infatti presente un richiamo all'”importanza del rispetto dei diritti e delle volontà della singola persona” e fra i principi etici e giuridici è sottolineato il “rispetto dell’autodeterminazione” mediante un richiamo all’art. 32 della Costituzione e alla Legge 219 del 2017 recante “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”.
Vi si afferma inoltre che per una valutazione globale “la volontà della persona malata riguardo alle cure intensive dovrebbe essere indagata prima possibile” […] per “evitare di sottoporre a triage persone che non desiderano ricevere cure intensive“.

Libera Uscita accoglie con soddisfazione questo esplicito richiamo all’autodeterminazione terapeutica nell’emergenza Covid, che era stato oggetto di un pressante invito concretizzatosi lo scorso novembre nella Dichiarazione ai Curanti (https://www.associazioneliberauscita.it/online/iniziative/comunicati/dichiarazione-per-la-propria-autodeterminazione-terapeutica-in-caso-di-grave-infezione-da-coronavirus/), ma ritiene che occorra anche promuovere la massima diffusione del documento nella sua forma più semplice, affinché possa raggiungere il grande pubblico e innescare quindi la sua traduzione nella pratica medica quotidiana.

Per approfondire: www.associazioneliberauscita.it

Comments

comments

banner_algordanza_206x120