La famosissima cantante Inglese Amy Winehouse scomparsa prematuramente nel luglio de 2011 ha lasciato di sé un ricordo meraviglioso nel cuore di tutte le persone che hanno amato la sua musica.

Riguardo la sua morte non sappiamo molto, i dubbi del perché sia accaduto sono tanti  ma sappiamo bene come la cantante abbia ben programmato la sua sepoltura, come se avesse immaginato più volte la sua dipartita. Amy Winehouse era ebrea e seppure la sua religione non guarda di buon occhio la cremazione, scelse di divenire cenere, andando contro i dettami ferrei dell’ebraismo che chiede ai suoi fedeli di avere fiducia nel Creatore del cielo e della terra, che ha chiaramente ordinato all’uomo di essere sepolto. La cremazione per il credo ebraico è vista con un grave atto di negazione della fede inoltre dopo l’Olocausto, venne facilmente associata ai nazisti, per cui scomparve in larga misura.

Ma nonostante la sua religione la cantante non solo ha chiesto di essere cremata ha anche ottenuto che le sue ceneri venissero mescolate con le ceneri della nonna Cynthia, morta di cancro ai polmoni nel 2006 e adorata dalla Winehouse, tanto che uno dei tatuaggi era proprio il nome della nonna.

La scelta di Amy non impedì il funerale ebraico grazie alla disponibilità di un rabbino riformato che acconsentì la celebrazione del rito in Sinagoga. Infatti nessun rabbino ortodosso dà il suo benestare alla cremazione e la sepoltura mediante rito ebraico normalmente viene negata. Ma per la bella e talentuosa cantante britannica tutto il rito venne rivisto.

Parte delle ceneri è stata dispersa al vento e parte è stata seppellita due anni dopo del decesso, il 14 settembre giorno del suo 29 compleanno, nel cimitero ebraico di Edgware, a nord di Londra dove chi vorrà renderle omaggio potrà cercare una lapide nera con una scritta rosa e un uccello che canta inciso sopra.

Comments

comments